archética

Casa F - casa a patio

Ci troviamo in Sardegna, nel Sulcis in provincia di Carbonia-Iglesias. L'edificio è situato in un area lottizata a poche centinaia di metri da una scogliera a picco sul mare. Il progetto nasce dalla volontà di realizzare un edificio sostenibile ed innovativo, in classe energetica A+ adatto al clima mediterraneo sardo, realizzato con materiali naturali. Una casa sicurasana e confortevole: la committenza richiede sin da subito una casa in paglia.

 

balle di paglia sardegna
La progettazione architettonica è stata basata quindi su scelte che ottimizzassero al meglio non solo la qualità degli spazi ma anche l'efficienza energetica e la sostenibilità ambientale.

casa paglia sardegna 4
 
Il problema maggiore era in questo caso realizzare un edificio che, anche se inserito all'interno di una lottizzazione e quindi un'area urbanizzata, riuscisse a mantenere la propria privacy. Il fulcro del progetto diventa quindi la volontà di creare uno spazio esterno privato, intimo. La casa tradizionale sarda, in particolarmodo quella dell'area del Sulcis prevedeva una corte o cortile, uno spazio esterno ma privato, da quì l'intento di riprendere una tipologia classica tipica dei paesi caldi mediterranei: la casa a corte interna. La casa a corte ci permette oltretutto di controllare meglio gli aspetti bio-climatici.

Planimetria casa paglia sardegna
Pianta casa paglia sardegna

La posizione geografica è stata determinante nel definire forma e volume, poiché è l'impatto sole-aria che influenza il comportamento dell'edificio sotto il profilo energetico. La forma ottimale comporta le minime dispersioni termiche nei periodi freddi e riceve la minima quantità di calore nei periodi caldi. La corte favorisce la formazione di aree fresche interne alla casa che creano d'estate una ventilazione naturale diminuendo la temperatura percepita; allo stesso tempo permette una maggiore illuminazione a zone dell'edificio posizionate nella parte nord, questo fattore aiuta nei mesi invernali a contribuire nel riscaldamento passivo e nel minor utilizzo di luce elettrica per l'illuminazione. 
 
bioclimatica casa paglia sardegna
Ovviamente la corte interna contribuisce ad un miglioramento della qualità degli spazi e della loro fruizione; Nel lato sud troviamo un portico, una "visiera" che scherma il sole d'estate ma che al contrario ne permette l'ingresso d'inverno tramite la grande vetrata centrale.
 

casa paglia sardegna spc

 

La struttura portante dell'edificio è realizzata in legno, grazie a questo abbiamo un edificio “leggero”, flessibile ed altamente resistente. La chiusura muraria e l'isolamento termico-acustico verrà realizzato con balle di paglia coltivate e realizzate a pochi chilometri di distanza; quest'ultime concettualmente utilizzate come mattoni, oltre ad essere un isolante ad alte prestazioni garantisce traspirabilitàdurabilitàresistenza al fuoco, ai terremoti e sostenibilità ambientale.La grande sfida era progettare un edificio che fosse in grado di rimanere fresco d'estate e grazie alla tecnologia utilizzata abbiamo uno sfasamento termico delle pareti di 21 ore mentre di ben di 16 ore per il tetto ventilato e isolato con terracrudaL'edificio verrà intonacato esternamente con un intonaco a calce naturale bianco, il colore è stato scelto per motivi paesagistici ed energetici, il bianco diminuisce infatti il surriscaldamento estivo. Internamente gli intonaci verranno realizzati in terracruda con colori personalizzati a scelta. Questo materiale naturale contribuirà ad un alto confort interno agendo come igroregolatore evitando condense e muffe; l'utilizzo di terracruda per gli intonaci e come materiale edile in generale fa parte della tradizione di questa regione.

casa paglia sardegna p

Nel lato sud-ovest è prevista una piccola bio-piscina che oltre ad avere uno scopo ludico ha anche la funzione di creare un microclima e raffrescare l'aria calda estiva. Altra caratteristica dell'edificio è il suo posizionamento nel terreno che ha dislivello di circa due metri nell'asse nord-sud; la casa cerca di sfruttare al massimo la morfologia e rimane interrata per circa 90 cm nel lato nord per due motivi: sfruttare il terreno come isolamento termico nel lato più freddo (il terreno ha una temperatura costante tutto l'anno) ed avere una facciata nord più bassa rispetto alle altre ed ottenere quindi una forma più aereodinamica e protetta dal vento di Maestrale.Nel lato Est troviamo un pergolato per il relax ma anche per pranzare e cenare all'aperto. Un secondo pergolato a Nord invece ha la duplice funzione di portare i pannelli solari e fotovoltaici e fare da copertura al parcheggio auto.

casa paglia sardegna 2
casa paglia sardegna 3

prospetti 1 casa paglia sardegna
prospetti 2 casa paglia sardegna  

 

sezioni casa paglia sardegna

 

 

 

 
Progettazione architettonica:
Arch. Michele Ricci, Ing. Arch. Giovanna Nardini
Collaboratori: Ing. Mirco Ricci, Francesco Paoletti
Studio energetico/impianti: Ing. Riccardo Ingrosati, Ing. Mirco Ricci
Strutture: Ing. Claudia Conti


 

case in paglia

 

case in paglia

Archética © 2013

Murature in Canapa e calce

cannabis sativaCANAPA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy