archética

Casa in paglia MSV + B&B

"RESIDENZA UNIFAMILIARE E BED & BREAKFAST"

Progetto di Demolizione e Ricostruzione per un edificio ad altissima efficenza energetica in legno e balle di paglia - tecnica GREB

Il progetto architettonico nasce dalla necessità di rispondere alle esigenze della committenza e allo stesso tempo valorizzare tutte le potenzialità del luogo. La richiesta era di avere una residenza unifamiliare ed un Bed & Breakfast che potesse quest'ultimo diventare fonte di guadagno per la loro famiglia. Oltre a questo c'era anche la richiesta di progettare uno spazio polivalente al piano terra tipo studio/laboratorio per agevolare o implementare le loro attività, quella di fotografo per lui e di educatrice per lei. Il progetto di questi spazi funzionali: residenziale – professionale – didattico – ricettivo, non solo doveva integrare tra loro quest'ultimi ma anche agevolare una realizzazione dell'edificio a "steps" ossia la possibilità di costruire in una prima fase la residenza e due delle tre camere totali del B&B in maniera tale che nei primi anni di attività quest'ultimo avesse potuto finanziare il successivo completamento dell'opera (la terza camera del B&B e lo studio/laboratorio). E' risultata una complessa progettazione che ha dovuto conciliare la "mixité" delle attività con la qualità degli spazi mantenendo un carattere architettonico dai tratti tradizionali. Oltretutto tenere conto di una ulteriore difficoltà: il lato sud che può portare maggior approvvigionamento solare attraverso maggiori aperture è quello che da verso la strada e quindi meno riservato, al contrario il lato panoramico che richiederebbe maggiore apertura verso l'esterno e riservatezza è quello a nord climaticamente più freddo. Una attenta e lunga progettazione a portato ad una soluzione soddisfacente.

casa-in-paglia1

casa-in-paglia-3

casa-in-paglia10

Particolare attenzione è stata data alla qualità architettonica e scelta dei materiali; l'intero progetto architettonico nasce dalla volontà di realizzare un "edificio sostenibile" ed innovativo, ad altissima efficienza energetica, realizzato con materiali naturali. La struttura portante dell'edificio è realizzata in legno, grazie a questo abbiamo un edificio "leggero", flessibile ed altamente resistente ai sisma. Le travi del solaio intermedio a vista rendono esteticamente piacevole gli ambienti. Le tamponature dei muri esterni sono realizzati con le "balle di paglia" intonacate, materiale altamente prestante per l'isolamento termico-acustico, traspirabilità, durabilità, resistenza ignifuga e sostenibilità ambientale. Le balle di paglia vengono inglobate in una stratigrafia tipo "sandwich" di intonaco formato da una miscela di materiali naturali e traspiranti.

La particolare tecnica costruttiva è comunemente chiamata: "Tecnica GREB". Esternamente l'edificio è intonacato a calce, senza alcuna aggiunta di cemento che ne ridurrebbe la traspirabilità. Internamente gli appartamenti vengono intonacati con terracruda, ossia miscela completamente naturale formata da sabbia e argilla, quest'ultima recuperata dal terreno di scavo. Questo particolare tipo di intonaco è un igroregolatore naturale che permette la traspirazione dell'umidità in eccesso e aumenta il confort interno delle abitazioni. Le pavimentazioni esterne sono utilizzate al minimo indispensabile per ridurre la superficie impermeabile alle acque piovane e l'effetto "isola di calore".

casa-in-paglia-4

casa-in-paglia-5

Schermata 2013-10-15 a 13.52.08

L'edificio si sviluppa su due livelli: piano terra e primo piano. L'ingresso alla residenza è situata nel lato ovest coperto da un portico con pilastri in mattoni recuperati dall'edificio originario. Entrando ci si trova nello spazio più ampio della casa che funge da sala e soggiorno mentre la cucina rimane nel fondo ed a scelta può, attraverso una ampia porta scorrevole, rimanere aperta e quindi connessa con l'open space o chiudersi. Questo spazio è caratterizzato da diversi elementi: due ampie aperture, una a sud che sia affaccia su di un pergolato rivestito con materiali rimovibili a scelta tipo tendaggi o cannucciato e un'alta a nord che si affaccia su di un portico ed inquadra la vista panoramica, una doppia altezza sopra il salotto che porta luce grazie ad un lucernaio e la scala a chiocciola che cresce lungo la doppia altezza accoppiata con una stufa in terra cruda a girofumi (stube) che diventa elemento scultoreo e nodo centrale attorno al quale tutta la residenza gira. Il portico esterno che parte dall'ingresso alla casa lo ritroviamo anche al lato nord così da poter garantire un'area esterna coperta nella zona più panoramica dell'edificio. Salendo la scala a chiocciola ci si ritrova in uno spazio che si affaccia sulla doppia altezza e funge da corridoio di distribuzione ma anche da "angolo studio", le finestre diventano quadri calibrati sui punti di interesse esterni e la stufa del piano terra continua con il girofumi diventando ancora elemento scaldante e contemporaneamente seduta. Il portico del piano terra diventa balcone al primo piano, questo valorizza il punto in cui posizione ed altezza permette la massima vista panoramica ed estende verso l'esterno il camminamento interno creando un percorso circolare attorno alla doppia altezza. Abbiamo quindi una continuità spaziale e dinamica tra sopra e sotto, interno ed esterno. Al piano primo troviamo una camera da letto doppia, il bagno principale e la camera matrimoniale. Le camere sono disposte volontariamente sul lato nord per garantire la vista panoramica e maggior riservatezza. Il corridoio di distribuzione che corre longitudinalmente per tutta la residenza nel lato meno riservato rimanendo esposto a sud ha anche la funzione di accumulare calore nel periodo invernale attraverso le finestrature e la parete opposta a quest'ultime in terracruda. In ultimo il corridoio termina con un'uscita su un secondo terrazzo che funge da "ponte" tra la residenza e la suite del B&B, quest'ultima raggiungibile da una scala esterna rivestita da mattoni faccia a vista recuperati sempre dall'edificio originario. Le altre due camere del B&B le troviamo al pian terreno, ognuna con accesso e bagno autonomo, una delle quali conforme per ospitare persone diversamente abili. Infine al lato est troviamo lo studio/laboratorio anch'esso al pian terreno per agevolare l'accesso pubblico.

I parcheggi sono previsti nello spazio interstiziale tra il nuovo edificio e gli accessori agricoli mentre a ovest della residenza è prevista un'area libera in cui consigliamo la coltivazione di piante officinali e ortaggi tramite orti sinergici, primo passo per una gestione in permacultura dell'intero complesso.

piante-casa-in-paglia 

sezioni-casa-in-paglia

prospetti-casa-casa-in-paglia 

 

Progetto architettonico: Arch. Michele Ricci - Ing. Giovanna Nardini

Collaboratori: Francesco Paoletti

 

case in paglia

 

case in paglia

Archética © 2013

Murature in Canapa e calce

cannabis sativaCANAPA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy